Camillo De Piaz
A cura di Bruno Ciapponi Landi www.brunociapponilandi.it
 
BLOG

Comunicato per l'inaugurazione del bassorilievo domenica 22 settembre 2013
UN RILIEVO DI BRONZO RICORDERA’ A TIRANO PADRE CAMILLO DE PIAZ, DAVIDE TUROLDO E IL CARDINAL MARTINI
Domenica prossima l’inaugurazione del quadro delle manifestazioni per i 30 anni del Gabbiano

Domenica 22 settembre 2013 alle ore 11 si terrà a Tirano la cerimonia inaugurale di un bassorilievo di bronzo raffigurante i padri David Turoldo, Camillo de Piaz e il cardinale Carlo Maria Martini (a un anno dalla scomparsa di quest’ultimo), realizzato per sottolineare i rapporti intercorsi fra queste tre grandi figure della Chiesa italiana, Tirano, la Valtellina e il Gabbiano.
La manifestazione avrà luogo nell’ambito delle celebrazioni dei primi 30 anni di attività dell’Associazione Comunità il Gabbiano Onlus, la cui sede tiranese, intitolata a padre David Maria Turoldo, è nella ex Casa del Fanciullo, il collegio istituito dai Servi di Maria e da loro gestito per decenni, ora di proprietà della Diocesi di Como e Sondrio.
Il bassorilievo (cm 60x70) sarà collocato nella nuova area di accoglienza turistica realizzata dal Comune all’ingresso di Tirano (per chi giunge da Ovest), confinante con la sede del Gabbiano e a un centinaio di metri dalla piazza della basilica. Da lì si diparte il percorso che, lungo l’argine e attraverso il ponte sul Poschiavino (che prossimamente verrà intitolato a David Turoldo), conduce all’antica chiesa di Santa Perpetua.
Si tratta di un’opera dello scultore Valerio Righini offerta alla città dall’Associazione intitolata a padre Camillo de Piaz nel ricordo della determinazione con la quale il servita tiranese con la sua comunità, riuscirono a dare una sede al Gabbiano, che, fra mille difficoltà, iniziava la sua opera in favore delle “nuove povertà” e dei più emarginati fra “gli ultimi”. (Come non vedere in quella determinazione e nell’adesione dei Servi di Maria un anticipazione delle linee dell’attuale pontificato?) La manifestazione è promossa congiuntamente dal Comune di Tirano, dal Museo Etnografico Tiranese e dal Gabbiano con l’apporto dall’Associazione Camillo de Piaz.
bcl
LO SCULTORE

Valerio Righini, pittore e scultore vive e lavora a Tirano (SO) dove è nato nel 1950. Maturità al Liceo Artistico di Brera, laurea in architettura al Politecnico di Milano, dal 1968 partecipa a concorsi e rassegne d’arte. Dal 1980 si dedica all’incisione realizzando edizioni di grafica in cartella e dal 1986 si dedica anche alla scultura. Nell’ambito delle attività artistiche italo-svizzere del Museo Etnografico Tiranese ha promosso e curato varie mostre d’arte itineranti e negli anni 1995/2004 ha coordinato l’attività espositiva della Galleria Pro Grigioni Italiano di Poschiavo. Ha tenuto mostre personali in città italiane ed europee, ha partecipato, su invito a numerose collettive ed ha realizzato su commissione alcuni monumenti pubblici (alla conquista del K2 a Valfurva, per il Giardino d’Infanzia di Tirano, nell’ospedale S. Sisto e nella Casa per anziani di Poschiavo).
Approfondimenti sul web:
http://www.museotirano.it/54-storia-e-arte/arti-visive/artisti_raccolte/21-valerio-righini.html
ww.camillodepiaz.it
www.museotirano.it
www.gabbianoonlus.it
Inviato il 23/09/2013 alle ore 21:30
© 2006-2017 | Associazione Camillo De Piaz, Tirano (SO) - Privacy policy - Cookies policy
Smartware