Camillo De Piaz
A cura di Bruno Ciapponi Landi www.brunociapponilandi.it
 
PERSONE E COSE - LOTICI ERMENEGILDO

Ermenegildo LOTICI nacque a Malegno (Bs) il 22 gennaio 1909 da Ermenegildo (n. a Grosio 1882) e Maria Angela Serini (n. a Incudine BS 1888). Passa l'infanzia nel Canton Grigioni presso Coira. A sei anni la famiglia si trasferisce a Grosio presso le zie paterne mentre il padre partecipa alla prima guerra mondiale. Nel 1920 la famiglia ritorna a vivere presso Coira. Dal1923 in poi deve sottoporsi a 18 interventi chirurgici per una grave malattia al midollo osseo che gli farà raggiungere otto anni complessivi di degenza ospedaliera. Nel 1963 gli verrà amputata la gamba destra. Perderà anche, quasi totalmente, l’udito. Per gran parte della vita farà il calzolaio (anche a Genova, Torino e in altre città). Nel 1942 sposa Carolina Iobizzi di Masino che gli darà più di un figlio. Morirà a Grosio dove trascorrerà gli ultimi suoi anni presso la Casa di Riposo "Viscointi Venosta" Si veda anche: MALETTI Piero, Il pittore “naif” Gildo Lotici, in “Il Giornale tiranese”, anno III, n° 20, venerdì 27 ottobre 1978.
© 2006-2017 | Associazione Camillo De Piaz, Tirano (SO) - Privacy policy - Cookies policy
Smartware